Storia

Il Servizio Civile nasce in Italia nel 1972: ai giovani “obiettori di coscienza” viene consentito di adempiere al dovere costituzionale di difesa della patria svolgendo, in alternativa al servizio militare obbligatorio, un servizio di grande utilità sociale, a fianco delle fasce più deboli e bisognose, oppure nella difesa del patrimonio artistico, culturale, ambientale del nostro paese (vedi articolo 52, comma 1 della Costituzione). La Legge n. 64 del 2001 ha riconosciuto, a chi ne fa domanda, la possibilità di svolgere il Servizio Civile, in alternativa a quello militare, senza necessità di dichiararsi “obiettore di coscienza”.

A partire dal 1° gennaio 2005 la Legge n. 226 del 2004 ha sospeso il servizio obbligatorio di leva, rendendo il servizio civile attuabile solo su base volontaria.