Come fare domanda

Al Servizio Civile Nazionale si può aderire partecipando a uno dei progetti promossi da enti pubblici, università ed enti no profit. L’ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC) emana, periodicamente, una serie di bandi, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, per mettere a concorso i posti nei progetti di Servizio Civile presentati dagli Enti.

I progetti possono riguardare i seguenti settori d’intervento: assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale.
È anche possibile partecipare a progetti che si svolgono all’estero, alcuni dei quali riguardano attività di cooperazione internazionale, di difesa dei diritti umani e interventi umanitari in zone di conflitto.

L’interessato dopo aver scelto il progetto in base ai propri interessi, compila la domanda di partecipazione, che deve:

  • essere redatta secondo il modello allegato al bando;
  • contenere l’indicazione del progetto prescelto;
  • essere corredata di titoli di studio, titoli professionali, documenti attestanti esperienze lavorative svolte.

Dopo aver consegnato, entro il termine stabilito nel bando, la domanda all’ Ente che ha proposto il progetto è necessario presentarsi al colloquio di selezione. L’ente comunicherà i risultati delle valutazioni attraverso la pubblicazione della graduatoria dei candidati, e attraverso comunicazione agli stessi. In attesa della pubblicazione del prossimo bando sulla Gazzetta Ufficiale (che uscirà probabilmente ad aprile/maggio) se si desidera intraprendere questa esperienza è opportuno cominciare a farsi un’ idea delle possibilità presenti nel territorio di  riferimento.

È bene informarsi con sufficiente anticipo sulla possibilità che vengono offerte; questo permetterà di scegliere in maniera più ragionata il progetto a cui aderire, cosa può piacere di più, quando inoltrare la domanda, come, ecc..

Non si può presentare più di una domanda per bando, pena l’esclusione.